Solidarietà per gli ospedali della Sardegna

Dalla Germania, dove si trovava per un concerto dai conterranei sardi, è partito l’appello della cantautrice Maria Luisa 2016-02-16 00.39.33Congiu contro la chiusura e il ridimensionamento degli ospedali sardi.

Il suo pensiero verso i paesi lontani dai poli ospedalieri, paesi come Lanusei, Muravera, Thiesi, Isili, Bosa e Ozieri che con i loro Ospedali permettono ad un vasto bacino di utenti di avere un supporto sanitario vicino. Sottolinea inoltre per esperienza personale, che la viabilità interna dell’Isola mal si presta a raggiungere velocemente i capoluoghi e questo in molti casi sarebbe una certa condanna a morte.

Il suo messaggio è stato forte e chiaro. E non si dimentica come la cantautrice ha sempre dato il suo contributo di solidarietà in tutti i contesti sociali, nella stessa Lanusei è stata presente con i Kantidos per contribuire all’acquisto di un’apparecchiatura per il reparto di cardilologia, sempre presente a fianco dei pastori sardi con la sua canzone “MPS”, molti altri episodi nei quali si è messa a disposizione senza nulla a pretendere si potrebbero citare. Una Donna di Sardegna che percepisce la responsabilità che la sua Terra le ha dato e non ne delude mai le aspettative col suo canto, con le sue parole e con i suoi gesti a volte fatti in sordina senza alcuna pretesa di visibilità.